Cartoni animati, si sogna a Fabriano

7th gennaio 2014

Gianni Moreschi ha moderato il convegno “Fabriano Città della Carta e del Cartone” , lo scorso giovedì 2 gennaio, in cui il regista fabrianese Gabrio Marinelli, veterano della Rai, ha presentato la sua Gama Movie Animation, azienda produttrice di cartoni animati che vedremo ad autunno in prime time su Rai 2.

Cartoni animati a Fabriano, Gama Movie AnimationL’intervista a Cassius Clay con Gianni Minà, quella a Sindona con Enzo Biagi, nel carcere di Voghera soltanto sette ore prima di morire, i servizi per Mino D’Amato e la sua Arca: tanti i ricordi di Mamma Rai raccontati dal regista Gabrio Marinelli, con cui abbiamo avuto il piacere di discutere davanti ad una platea attenta e interessata giovedì scorso, al convegno  “Fabriano Città della Carta e del Cartone” (nel senso di cartoni animati), organizzato dal Club Occidente alle terme di San Vittore di Cingoli.

Un sogno che per Gabrio cominciò molti anni fa col regalo che gli fece sua nonna, una scatola della scuola Radio Elettra che conteneva un corso di fotografia.

Da qui l’avventura inizia e lo porta da San Vittore di Genga alla Rai, dove vinse il concorso: primo su 2800 partecipanti. E poi ancora le redazioni di Milano, dove ha lavorato con Enzo Biagi, Vincenzo Mollica, Paolo Frajese e Mino d’Amato, i servizi in giro per il mondo.

Nel 1997 Gabrio consegue anche il prestigioso premio per il miglior documentario turistico, un riconoscimento che gli è stato conferito a Vienna e che, oltre a lui, solo Zeffirelli ha vinto per l’Italia.

Gabrio Marinelli parla dei suoi cartoni animatiInfine, la scelta di ritornare nelle Marche, per continuare il sogno con la sua Gama Movie Animation,  azienda che da Fabriano produttrice cartoni animati di livello internazionale.
Gabrio ha presentato il trailer del cartone di cui la Rai è co-produttrice e che andrà in onda nel prossimo autunno su Rai Due, in prime time.

“Il sogno significa fare di Fabriano la città della carta e del cartone animato – ci ha detto – e non pensare soltanto al successo della propria iniziativa imprenditoriale, ma creare una filiera in cui il valore si distribuisca sul territorio”.

“L’artista non è il creativo solitario, ma è una persona assolutamente normale. Tutti possiamo essere capaci di sognare e di fare grandi sogni. Solo così possiamo invertire la spirale negativa che ci sta investendo negli ultimi tempi” – Gabrio Marinelli

Auguri Gabrio, sogna ancora anche per chi non è capace di farlo. Intanto noi ti ringraziamo per la splendida serata.

Be Sociable, Share!

speak Your Mind