Fondazione Marche finanzia la ricerca con 1 milione

9th ottobre 2012

Ancona, 25/09/2012. Un concreto aiuto per far crescere l’innovazione nelle Marche. Fondazione Marche, fondazione privata senza scopo di lucro, ha presentato i 9 vincitori delle Borse di studio per la Medicina Molecolare.

Fondazione Marche ha finanziato il progetto che, in collaborazione con ISSNAF, (Italian Scientists and Scholars in North America Foundation) è stato oggetto di una convenzione sottoscritta con Regione Marche e Università Politecnica delle Marche.

Hanno partecipato alla presentazione dei ricercatori selezionati Francesco Merloni, Presidente Fondazione Marche, Francesco Profumo Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Vito Campese, Presidente ISSNAF, Piero Anversa, Rappresentante Tutor -Direttore del Brigham and Women’s Hospital Harvard University di Boston, Gian Mario Spacca, Presidente Regione Marche, Marco Pacetti, Rettore Università Politecnica delle Marche. L’incontro è stato moderato dal Vicedirettore del Tg1, Gennaro Sangiuliano.

Fondazione Marche ha finanziato, con capitali privati, il maggior programma nazionale di borse di studio per post dottorato in Italia nel settore della medicina molecolare.

Si tratta di 9 borse di studio biennali da tenersi negli USA presso i maggiori centri di ricerca.

“Le risorse messe a disposizione dalla Fondazione – ha detto Francesco Merloni – ammontano a circa 1.000.000 di euro e l’obiettivo del progetto è lo sviluppo nella regione di competenze di altissimo livello per realizzare un polo di eccellenze nella medicina molecolare. Le conoscenze saranno messe a disposizione nel settore della sanità regionale, della ricerca universitaria delle imprese migliorando le possibilità di realizzare start up nel settore. Ci teniamo a ribadire che precisa strategia della Fondazione è di generare iniziative utili per lo sviluppo economico sociale della nostra regione attraverso attività condotte in modo filantropico e che rappresentino esempi virtuosi confidando che ciò possa essere utile a risolvere i problemi della nostra regione. Nel Progetto Borse di Studio i processi di selezione a cui hanno partecipato oltre 30 candidati sono stati governati esclusivamente dal merito. Il programma prevede inoltre l’assunzione a carico di Fondazione Marche di costi di formazione specialistica all’estero per aziende del settore”.

“E’ un progetto molto ambizioso di ricerca e alta formazione, che chiama i giovani marchigiani a contribuire con le loro energie e competenze a innovare in profondità la nostra vita di comunità – ha detto il presidente della Regione, Gian Mario Spacca -. Grazie alle borse di studio si realizzano scambi di conoscenze per potenziare l’innovazione al servizio della sanità marchigiana, in una prospettiva che già ci conduce nel futuro. Regione, Fondazione Marche, Issnaf e Università Politecnica, investono su specializzazioni intelligenti, affidandosi alle migliori forze del nostro territorio: i giovani”.

Il progetto è stato elaborato dal Vice Presidente di Fondazione Marche Dr. Mario Pesaresi, dal Dr. Carmine Ruta Direttore del Dipartimento Sanità, e dal Rettore Marco Pacetti di concerto con Issnaf.

Il criterio scelto – ha detto Mario Pesaresi, vice presidente di Fondazione Marche – per la selezione dei candidati è stato assolutamente meritocratico”.

Il programma è stato progettato e definito nell’ambito di un accordo con Regione Marche ed Università Politecnica delle Marche ed è stato possibile realizzarlo grazie alla fattiva collaborazione di ISSNAF, Fondazione no profit degli USA, che raggruppa professori e scienziati italiani del Nord America.

Il Ministro Profumo, intervenuto in videoconferenza perché trattenuto a Roma per la cerimonia al Quirinale di apertura dell’anno scolastico posticipata al 25 settembre dopo che era stata fissata al 24 settembre, si è detto intenzionato a conoscere in una futura occasione i vincitori delle borse. “Questo progetto consentirà di acquisire nuove conoscenze e stabilire nuove relazioni. E’ un bene comune per l’Italia”

“La Fondazione ISSNAF – ha detto Vito Campese -è orgogliosa di partecipare a questo progetto, esempio di efficace collaborazione fra pubblico-privato, nonché foriero di nuovi stimoli e idee a beneficio non solo del territorio regionale ma anche di quello nazionale. A nome dei ricercatori italiani che appartengono al nostro network, orgogliosi di poter contribuire, attraverso questo progetto, allo sviluppo del paese Italia, ringrazio Fondazione Marche, Regione Marche e Università Politecnica delle Marche per l’ammirevole iniziativa”.

ISSNAF ha messo a disposizione la propria organizzazione ed i propri membri per le attività di tutorship e selezione dei più importanti e qualificati Laboratori, Centri di ricerca ed Università degli USA.

Parlando in parte in inglese, quasi a voler già abituare i vincitori alla lingua che useranno nei prossimi mesi, il Prof. Piero Anversa ha detto;” I primi tempi saranno duri, ma poi gli Stati Uniti vi conquisteranno. Preparatevi a lavorare duro”.

I candidati partecipanti sono stati oltre 30, sono stati selezionati negli Usa e scelti dai Tutor indicati da ISSNAF i quali affiancheranno i borsisti nelle attività previste per le Borse di Studio.

L’importanza dell’iniziativa risiede nella qualità e quantità di risorse umane, scientifiche e finanziarie coinvolte e nei criteri esclusivamente meritocratici adottati nelle selezioni.

Di seguito i 9 vincitori hanno illustrato gli ambiti di ricerca che svolgeranno negli Stati Uniti.

I vincitori del Bando svolgeranno la loro attività di ricerca sotto la supervisione di scienziati, associati ISSNAF, che partecipano al programma in qualità di Tutor nei centri di Harvard, New York, Boston, Miami, Houston ed in Ohio.

Si tratta di 9 ragazzi tutti marchigiani, 7 femmine e 2 maschi:

Chiara Ardiccioni di Macerata, tutor Filippo Mancia, istituto Columbia University

Marica Bordicchia di Ancona, tutor Camillo Ricordi, istituto Diabetes Research Institute

Lucia Casadei di Urbino, tutor Carlo M Croce, istituto Ohio State University

Roberta Censi di Fermo, tutor Mauro Ferrari, istituto The Methodist Hospital Research Institute

Bruna Corradetti di Ancona, tutor Mauro Ferrari, istituto The Methodist Hospital Research Institute

Francesca D’Addio di Fano (PU), tutor Paolo Fiorina, istituto Boston Children’s Hospital

Cristian Loretelli di Ancona tutor Pier Paolo Pandolfi, istituto Beth Israel Deaconess Cancer Center

Davide Sartini di Falconara Marittima (AN), tutor Michele Pagano, istituto NYU Cancer Institute

Fiorenza Valeriani di Grottazzolina (FM), tutor Piero Anversa, istituto Brigham and Women’s Hospital

Nel pomeriggio il Prof. Piero Anversa ha tenuto una lezione magistrale presso la Facoltà di Medicina di Torrette di Ancona sui temi connessi con le cellule staminali e medicina rigenerativa, sui quali il Prof. Anversa è uno dei massimi ricercatori e scienziati al mondo.

Segreteria organizzativa: Fondazione Marche info@fondazionemarche.it tel. 071 7108698
Segreteria Comunicazione: Presscom – Davide Amicucci d.amicucci@presscom.it tel. 0731-215278, cell. 333-2042497

Be Sociable, Share!

speak Your Mind