Le olive fresche e i lupini Bio di Madama Oliva diventano Snack

25th gennaio 2018

Quattro referenze per la nuova linea Bio di Madama Oliva che punta a intercettare quote di consumatori attenti agli “Healthy Food”. Basso indice di salinità e assenza di liquido di salamoia rendono questo Bio Snack facile e comodo da utilizzare anche per una merenda sfiziosa a base di Olive fresche.

Milano – 5 maggio 2017 – Madama Oliva apre un nuovo segmento di mercato: le olive fresche biologiche, e lancia quattro nuove referenze nel canale retail. Confezioni pratiche da utilizzare e grammatura adatta al fuori pasto sono le principali caratteristiche delle olive fresche in confezioni Bio Snack.

La gamma comprende le olive denocciolate Leccino Bio; le olive denocciolate di Castelvetrano Bio entrambe in packaging da 60gr.; le olive di Cerignola Bio intere (in confezione da 70 gr.) e i Lupini biologici in confezione da 80 grammi.

La domanda di prodotti bio in Italia nel 2016 ha superato i 4,8 miliardi di euro. E la nuova linea Bio Snack di Madama Oliva è nata proprio per soddisfare questa crescente richiesta, unita all’esigenza di una sana alimentazione, anche fuori dai pasti principali.

“Tutte le produzioni sia delle olive che dei lupini avvengono in Italia e provengono da coltivazioni biologiche – commenta Sabrina Mancini-Marketing manager di Madama Oliva – Una nuova proposta che punta ad ampliare la già vasta platea dei consumatori attenti ai cibi salutari e naturali”.

Tra i punti di forza di Madama Oliva le numerose partnership con produttori italiani qualificati, che conferiscono la materia prima dalle singole regioni consentendo la vendita di prodotti Dop. La gamma è composta da: la “linea Frutto”, che comprende olive fresche in vaschetta e olive Dop, declinate in base alla provenienza del prodotto in “Frutto d’Italia” (provenienza Italia), “Frutto del Mediterraneo” (provenienza Grecia); “I Freschissimi”, olive fresche in vendita al banco gastronomia; “I Pestati”, prodotti spalmabili a base di olive di alta qualità e ortaggi freschi. I prodotti confezionati da Madama Oliva sono presenti sul mercato sia nel segmento Retail che Horeca: né mancano le proposte messe a punto su specifica richiesta del cliente.

L’azienda – osserva Sabrina Mancini, Marketing manager di Madama Oliva – ha sviluppato linee produttive diversificate, che le consentono di offrire una vasta gamma di referenze: sicure dal punto di vista igienico/sanitario, perché controllate in ogni fase della lavorazione; sane, perché prive di conservanti, coloranti e additivi di sintesi chimica; appetibili, perché realizzate seguendo ricette tipiche della tradizione italiana con elevato contenuto di servizio; attraenti, perché presentati con un packaging sempre diverso e innovativo. Memore della tradizione contadina, nei metodi di lavorazione Madama Oliva lascia coesistere tradizione e genuinità con le attuali esigenze di qualità e sicurezza alimentare”.

Madama Oliva in breve

Nata nel 1989 a Carsoli (Aq) dalla fusione di alcune piccole realtà che operavano in ambito regionale nella lavorazione delle olive da tavola sin dal 1921, oggi Madama Oliva è ai vertici in Italia nel settore delle olive fresche confezionate, con un fatturato di circa 30 milioni di euro nel 2016 (+18,8% rispetto al 2015) e una quota export del 34% per 40 Paesi di destinazione. Con oltre 400 referenze in portafoglio e 35 cultivar diverse, Madama Oliva produce circa 5 milioni di kg di olive fresche all’anno (ma anche pestati di olive ai vari gusti, lupini e altri prodotti), per un totale di 13 milioni di confezioni nello stabilimento di Carsoli, che conta su 60 dipendenti diretti, impegnati in 15 linee produttive.

Be Sociable, Share!

speak Your Mind